Minorca in autunno: cosa vedere, mangiare e fotografare!

Durante il mese di Ottobre ho avuto il piacere di visitare Minorca, l’isola spagnola delle Baleari che tutti conosciamo per le sue incantevoli spiagge e per la “vida loca” estiva.

È stato davvero interessante visitare un’isola che nella testa di molti rimanda all’“estate”, ma che in realtà ha molte cose da scoprire e raccontare, anche e soprattutto fuori stagione.

Tre giorni a Minorca (ma giuro che mi sarei fermato molto molto di più!) sono stati sufficienti per assaporare la storia, la cultura e le tradizioni locali: un’isola poco affollata nei mesi autunnali, con un clima piacevole e caldo, il binomio perfetto per girarla in auto o in moto in tutto il suo splendore.

Ecco perché ho voluto riassumere alcuni spunti interessanti, come le 5 cose da visitare a Minorca in Autunno, le 5 tipicità enogastronomiche e i 5 luoghi instagrammabili (non potevano mancare per gli appassionati di Instagram!).

Cosa vedere: i 5 luoghi


Un caseificio locale

Una delle prime tappe del viaggio è stata una piccola azienda locale dove viene prodotto il tipico formaggio “Queso de Mahon”, che prende nome dal porto della omonima città di Mahon, la capitale dell’isola da dove portavano le navi che esportavano il prodotto finito.

Minorca-7505.jpg

È il formaggio più conosciuto nelle Baleari, e molte realtà locali lo producono ancora con l’originale pressatura a mano.



Bodegas Binifadet

Se volete unire una visita che combini paesaggi mozzafiato e cultura enogastronomica, non potete perdere la Bodegas Binifadet, una cantina vitivinicola locale davvero suggestiva.

A Sud dell’isola si sviluppano i vigneti Binifadet, che sorgono in un terreno particolarmente minerale e e calcareo, circondati dai famosi muri a “secco Paret”, per proteggere le piante dal frequente vento locale.

Minorca--23.jpg

La Bodegas Binifadet propone dei vini davvero ottimi: la degustazione ci ha permesso di assaggiare anche il Merluzo, specialità della casa che riassume i sapidi e minerali profumi del territorio. 


Mercado de pescados

Nel cuore di Mahon potete trovare il Mercado de Pescados, un tripudio di negozianti che vendono il pesce appena pescato e di infinite tapas a base di pesce! Sarà difficile non cadere nella tentazione di assaggiarne più di qualcuna ;-)


Tramonto a Cova d’en Xeroni

Per i più romantici, ma anche per chi non vuole farsi mancare un aperitivo mozzafiato, certamente da non perdere è il tramonto a Cova d’en Xeroni: un locale davvero pazzesco a strapiombo sulla roccia!

Il posto ideale dove concedersi un ottimo gin locale ammirando il sole che si nasconde dietro l’orizzonte del mar Mediterraneo.



Tips culinarie: le 5 cose da provare


Il Queso de Mahon

Come già citato, il tipico formaggio minorchino è un must che non dovete perdere, soprattutto se andrete in visita a qualche produttore locale. Il formaggio viene proposto in differenti stagionature e “aromi”: personalmente sono stato stupito della variazione al peperoncino.

Il Gin locale

Minorca cela una grande tradizione culinaria, influenzata nel corso dei secoli da differenti culture europee.

Il Gin è certamente tra le cose più conosciute dell’isola: l’antica distilleria Xoriguer produce tutt’oggi il distillato di bacche di ginepro, e la “Pomada” è il drink più popolare dell’isola. Si tratta di un cocktail con Gin locale e Lemon juice.

Le melanzane

Nell’isola di Minorca sono coltivate molte melanzane, che vengono proposte in mille differenti salse. Dalle melanzane ripiene alla parmigiana locale, dal quelle speziate alle melanzane accompagnate da riso e carne. Una vera tipicità dell’isola.


L’olio e il vino

Minorca, anche grazie al suo favorevole clima mite durante quasi tutto l’anno, è un terreno ideale per la coltura di ulivi e viti. Olio e vino, quindi, sono risorse indispensabili dell’isola. Come già citato per la Bodegas Binifadet, la mineralità del terreno minorchino rende i prodotti ortofrutticoli davvero speciali.  

E a proposito di olio, sapete che l’invenzione della Maionese si deve a Minorca? Si racconta che la parola “maionese” derivi dalla città Mahon.

La sobrasada

Altra tipicità locale che vi consiglio di assaggiare è la “sobrasada”: un salume di maiale aromatizzato alla paprika, che le dona la tipica colorazione rossa. Deliziosa per gli amanti della carne!


Cosa fotografare: 5 posti instagrammabili


Cabo Favaritx

L’isola è caratterizzata, a Sud, la scogliera rocciosa dove il mare imperversa con grande maestosità. 

A Cabo Favaritx è meraviglioso godersi un tramonto da favola con un panorama unico!



Boutique Hotels di Mahon

Nel cuore pulsante della città di Mahon sorgono alcuni deliziosi Boutique Hotels, che raccontano la storia e la tradizione del popolo minorchino. 

Mi ha colpito particolarmente l’Hotel Jardí de Ses Bruixes per eleganza, toni di colore e percezione di benessere. 


Binibeca

Binibeca Vell è un piccolo borgo di pescatori che potete facilmente raggiungere da Sant Lluis (a pochi chilometri dalla capitale), ed è davvero suggestivo. Un complesso turistico fatto di case bianche dai tetti bianchi, vicoli stretti e piccoli ristoranti e bar sul mare. Il piccolo porto permette di camminare lungo la celebre spiaggia di roccia a “U”, e la vista sui tetti del villaggio è davvero splendida (e instagrammabile!).


I vicoli di Ciudadela

La bellissima Ciudadela, principale città di Minorca per numero di abitanti, offre un centro storico molto affascinante: i suoi vicoli tra i palazzi storici sono spesso poco affollati, e qui potrete scoprire alcuni locali e botteghe tipiche di città. 

Pedreres de S’hostal

La cava marmorea di Pedreres de S’hostal, dove in passato si effettuavano le estrazioni di marmo, sono ora divenute un museo artificiale a cielo aperto.

Si trovano a poca distanza da Ciudadela, e sono una tappa davvero interessante se amate la natura e desiderate scoprire i lavori di un tempo.

E voi, siete mai stati a Minorca?

Se state programmando un break autunnale o invernale fuori porta, Minorca ha tutte le soluzioni per godervi un ottimo clima e un’isola ricca di spunti culturali, paesaggistici ed enogastronomici. 


Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate, e per concludere ecco altre foto di Minorca!

 

Gionata SmerghettoComment